Cosa dire ad un bambino che piange?

Molto spesso la tristezza e il dolore dei nostri bambini sono così intensi e ci colpiscono così profondamente facendoci sentire disarmati che vorremmo che la tristezza passasse subito, vorremmo preservare i nostri figli da ogni sofferenza, ci affanniamo a trovare soluzioni, spiegazioni. Altre volte invece il pianto può provocare in noi fastidio, frustrazione, rabbia e cerchiamo di estinguerlo dicendo “adesso basta piangere!” “Non c’è nessuna ragione per essere tristi”. In realtà la tristezza, oltre che essere un diritto di ognuno di noi, è un’emozione importantissima da conoscere, sperimentare, accettare perché aiuterà il vostro bambino a sviluppare competenze, ad affinare la tolleranza, a espandere la propria profondità di pensiero. Come suggerito da questa bella immagine troviamo alternative rispettose ed incoraggianti al “basta piangere”. Possiamo dire “spiegami cosa sta succedendo” oppure “deve essere molto faticoso per te” oppure “vedo che sei molto triste, vedo che sei molto spaventato”.
Fonte immagine: pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *